fbpx

Come Gestire lo Staff Demotivato in Ambulatorio

Come gestire lo staff demotivato in ambulatorio? All’interno di un poliambulatorio, l’assetto mentale è uno dei fattori da non trascurare. La distrazione e la demotivazione sono aspetti da tenere ben lontani da determinati ambienti. La gestione di un poliambulatorio necessita di un equilibrio professionale che garantisce il perfetto funzionamento dell’intero settore e, tra gli aspetti che non vanno trascurati, c’è la motivazione.

La “motivazione” deriva dalla parola “motivo” e spiega perché facciamo ciò che facciamo e ciò che guida il nostro comportamento. La motivazione o la mancanza di essa guida le nostre prestazioni e il nostro modo di agire in determinate circostanze.

 

La motivazione è strettamente legata alla soddisfazione professionale, che mantiene i lavoratori nel loro posto di lavoro nel tempo. La fidelizzazione, motivazione e rendimento dei tuoi operatori sanitari riduce i costi per il tuo ambulatorio, di assunzione e orientamento di nuovi lavoratori e riduce anche la probabilità di posti vacanti.

 

La motivazione è influenzata da un insieme di fattori sociali, professionali ed economici. In generale, un operatore sanitario sarà motivato ed esprimerà soddisfazione lavorativa se sentirà di essere efficace nel proprio lavoro e di avere buone prestazioni. I fattori che contribuiscono alla motivazione e alla soddisfazione sul lavoro comprendono anche un forte sviluppo della carriera, un adeguato compenso e condizioni di lavoro e di vita adeguate. Avere forti meccanismi di risorse umane in atto all’interno di un sistema sanitario può aiutare ad evitare uno staff demotivato e tutte le varie conseguenze che ne seguono.

Fortunatamente queste situazioni posso essere evitate seguendo dei semplici consigli.

 

Conoscenza dello staff: conosci i tuoi uomini e le loro mete ed aiutali a raggiungerle

 

La motivazione sul luogo di lavoro è diversa da soggetto a soggetto, e di conseguenza va stimolata diversamente. Questo stimolo è guidato da due fattori, ovvero la ricerca di piacere e la fuga dal dolore. Questo si riassume in esperienze positive ed esperienze negative.

Al giorno d’oggi una delle notizie più ricorrenti tra i media è l’insoddisfazione dello staff medico.  La demotivazione di questi ultimi provoca dei seri danni nel tempo. Al contrario, mantenere gli operatori sanitari soddisfatti e motivati ​​aiuta l’intero sistema sanitario a funzionare senza intoppi.

Ma quindi come può essere stimolato uno staff demotivato? Sembra una domanda semplice e scontata, ma non è così. Dipende dalle loro caratteristiche. Un collaboratore entusiasta e aperto alle novità sarà motivato dal cambiamento, al contrario, un dipendente non aperto alle novità, potrebbe reagire in modo errato di fronte ad una situazione del tutto nuova e inattesa.

Ma come puoi motivare due persone molto diverse fra di loro? Conoscendole meglio. La conoscenza del proprio staff medico è alla base di un rapporto di fiducia solido che conduce ad un innalzamento della motivazione. Dunque, è importante conoscere le persone andando oltre il rapporto lavorativo. Conosci le sue mete: cosa le accende? Quali sono i loro sogni? Se li aiuterai a raggiungerli, loro ti aiuteranno a raggiungere i tuoi.

 

Capo o Leader? A te la scelta

 

Alcune persone usano i termini “capo” e “leader” in modo intercambiabile, ma ciò non è del tutto esatto. La verità è che alcuni capi sono semplicemente questo: un capo. Hanno raggiunto una posizione nella sezione di gestione della piramide aziendale, e prendono decisioni che influenzano la direzione dell’ambulatorio. Tuttavia, niente di tutto ciò li rende leader. La buona notizia è che i capi possono diventare leader e ciò dovrebbe diventare una priorità per coloro che vogliono condurre efficacemente il proprio staff demotivato.

 

Imparando le differenze chiave e applicandole al lavoro, i capi possono diventare il tipo di leader che motivano e trattengono i migliori talenti coltivando allo stesso tempo la crescita dell’intero ambulatorio.

Quindi quali caratteristiche differenziano un capo da un leader? Il leader è un esempio, sa comunicare ed è trasparente, deve saper trasmettere serenità e tranquillità, ma rimanere concentrato sull’obiettivo. Deve essere imparziale, saper organizzare il suo lavoro e quello degli altri, saper ascoltare e decidere. Deve avere un’etica, essere empatico e saper scherzare. Un mix di caratteristiche che non tutti possiedono.

Uno degli aspetti fondamentali è l’empatia verso il proprio staff. E’ una qualità che non tutti hanno e in molti casi fa la differenza. Evita la formazione di stress e tensioni all’interno del poliambulatorio e mantiene un clima di serenità tra i membri dello staff. Un Leader non dovrebbe limitarsi a notare l’errore e alimentare tensione, ma dovrebbe cercare di capire il motivo per il quale l’errore è stato commesso, senza saltare a conclusioni e cercando di non creare stress all’interno dell’ambulatorio.

 

Disorganizzazione: una grande nemica da combattere

 

Un’ altro fattore che può suscitare demotivazione tra lo staff medico è la disorganizzazione. Un ambulatorio senza una solida pianificazione generale può creare dei carichi di lavoro mal distribuiti. Questo creerebbe tensioni e risentimenti tra colleghi.

Un’organizzazione ben strutturata è alla base di ogni ambulatorio di successo. Per garantire la buona riuscita dei servizi erogati puoi aiutare la organizzazione generale dell’ambulatorio mediante la tecnologia. Esistono diversi software creati per gestire al meglio i vari servizi di un poliambulatorio.

Questi software ti permettono di evitare incomprensioni, ritardi e sprechi di tempo. La tecnologia è utile anche per alleggerire lo staff delegando le funzioni di routine e bassa competenza al gestionale.

 

Medical Planner è un potente software cloud per gestire il tuo Centro Medico o Poliambulatorio, che permette di essere utilizzato sia all’interno del Centro oppure, a seconda della configurazione, con qualsiasi dispositivo smartphone, tablet o pc online in esterna. Per richiedere una Demo Gratuita, lasciaci il tuo contatto. Ti attiveremo una versione di prova entro 24 ore.

 


Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 1 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 2 riportata nell'informativa.
PrestoNego
Il consenso al trattamento dei dati personali per la finalità 3 riportata nell'informativa.
PrestoNego